Università

Lecce, gli studenti di Link: negato spazio per l’assemblea sul TAP

«Come studenti universitari e Comitato No Tap, abbiamo organizzato un’assemblea pubblica il 6 aprile alle ore 16.00 presso il cortile antistante all’edificio Studium 2000 dal titolo “La nostra terra vale più del vostro denaro. Informiamoci e organizziamoci”, ma l’autorizzazione a usufruire dello spazio ci è stata negata dall’amministrazione che ha apportato pretestuose giustificazioni di carattere formale. È l’ennesima volta, che di fronte ad un dibattito cruciale per gli studenti, l’Università si dimostra sorda e indifferente, responsabile di un clima degno del peggiore oscurantismo». E’ questa la denuncia del coordinamento universitario Link Lecce, Rete della conoscenza Puglia e Comitato No Tap, diffusa con una nota inviata ai media, in merito all’assemblea organizzata« allo scopo di riflettere e analizzare i conflitti ambientali presenti  nel nostro territorio, in particolar modo la protesta popolare che si sta opponendo a TAP».

Un “no” da parte dell’ateneo ritenuto dal coordinamento «ancora più grave» perché «in queste settimane, si è infiammata la protesta popolare di migliaia di cittadini e cittadine che hanno espresso la loro opposizione a Tap» il gasdotto inutile dichiarato strategico dal Governo Nazionale e che ha visto proteste di cittadini e istitutizioni locali, contrari alla realizzazione dell’opera.

«Nei giorni scorsi, come studenti universitari, abbiamo promosso una petizione rivolta al Rettore dell’Università del Salento e all’intera comunità accademica, affinché prendano una posizione pubblica rispetto a questo tema», fanno sapere gli studenti di Link e Rete della conoscenza che contestano la mancanza di una presa di posizione da parte del rettore. «Nonostante i 21.000 sottoscrittori della petizione che abbiamo lanciato su Change.org e la consegna formale delle firme – dice il coordinamento Link – il rettore non solo non si è mai espresso pubblicamente, ma ora si è spinto persino fino alla censura di questo dibattito pubblico di approfondimento».

E mentre nonostante il diniego l’assemblea pubblica è stata ugualmente convocata, Ustation ha chiesto all’ufficio stampa dell’Ateneo una replica alle dichiarazioni del coordinamento. Appena avremo risposta pubblicheremo.

I video di Skuola.net