Eventi e iniziative Università

Bolzano, il 4 e 5 maggio il Festival della Sostenibilità organizzato dagli studenti

Un appuntamento di riflessione e azione concreta attorno al concetto di sostenibilità. Il 4 e 5 maggio la Libera Università di Bolzano ospiterà il Sustainability Festival, promosso dall’associazione studentesca no-profit Kikero. Gli studenti della Libera Università di Bolzano, insieme ad esperti e personalità esterne, cercheranno di trovare soluzioni concrete per ridurre la propria impronta ecologica e contrastare i cambiamenti climatici. L’evento è interamente organizzato dagli studenti e mira a coinvolgere la comunità universitaria attraverso workshop e conferenze, il tutto condito con un pizzico di divertimento. Il Festi-val è ad ingresso libero e aperto anche alla cittadinanza.

Il Festival della Sostenibilità aspira non solo a discutere di sostenibilità, ma anche a metterla in pratica. “Questa seconda edizione del Festival – afferma Chiara Parisi, studentessa di Scienze Economiche e Sociali e coordinatrice del Festival della Sostenibilità – mira non solo a produrre un effetto immediato, bensì ad avere un impatto che rimanga nel tempo. Ci impegneremo a documentare al meglio l’evento, rendendolo così disponibile per tutti e in ogni momento grazie agli strumenti che abbiamo a disposizione come il sito web e i social media. Inoltre, tramite l’evento “Green Dating” vogliamo creare una rete con le aziende del territorio che operano in questo settore per la futura carriera lavorativa degli universitari. Il Festival è per noi anche un’occasione per metterci in gioco, sviluppare le nostre competenze e approfondire le tematiche meno affrontate nelle aule universitarie”. Inoltre, per ridurre l’impatto ambientale dell’evento si rispettano i criteri della certificazione “Green Event” della Provincia Autonoma di Bolzano. Un’azione concreta, come questo evento può  avere un impatto positivo sull’ambiente e sul territorio. L’obiettivo principale è quello di sensibilizzare e coinvolgere i partecipanti per trovare insieme delle soluzioni applica-bili nella vita di tutti i giorni.

Giovedì 4 maggio, dopo l’incontro con le aziende del territorio verrà proiettato il film documentario “Before the flood” (2016) sul tema dei cambiamenti climatici, prodotto da Martin Scorsese e Leonardo di Caprio (che ha anche il ruolo di interprete), presentato dalla National Geographic con la regia di Fischer Stevens.

La mattina di venerdì 5 sarà dedicata ai workshop, con un approccio artistico e di riflessione critica. Successivamente verrà proposto un pranzo in linea con la filosofia del Festival, a base di prodotti biologici e locali, con un’attenzione particolare per il vegetariano. Nel primo pomeriggio, insieme al gruppo giovani del FAI (Fondo Ambiente Italiano) di Bolzano, si individueranno luoghi da valorizzare e da inserire nel programma “Luoghi del cuore” della Fondazione.

Il punto focale del Festival saranno le due conferenze proposte a partire dalle ore 15.00: l’OIM (Organizzazione Internazionale Migrazione) spiegherà come i cambiamenti climatici influenzano i flussi migratori. La seconda conferenza sarà incentrata sulla tematica dell’economia circolare, con ospiti AISEC (Associazione Italiana per lo Sviluppo dell’Economia Circolare) e Kyoto Club, associa-zione impegnata nel raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle emissioni di gas-serra assunti con il Protocollo di Kyoto.

L’evento si chiuderà con un concerto di due gruppi altoatesini, i Color Colectif e gli Shanti Powa.