News Ricerca Università

La ricerca di Padova: la rucola a tavola fa bene agli spermatozoi

La rucola salvaguarda la fertilità maschile, perché protegge la cellule spermatiche da sostanze negative, come gli additivi della plastica presenti in cibi e bevande. Lo afferma una ricerca condotta da ricercatori dell’Università di Padova e di Jendouba (Tunisia), che ha dimostrato come la ruchetta grado al suo apporto antiossidante sia in grado di contrastare gli effetti negativi del bisfenolo-A (BPA, un additivo di natura sintetica comunemente usato nei contenitori per alimenti) sulla motilità degli spermatozoi.

Nello studio, gli scienziati hanno cercato un ‘antidoto’ ai danni provocati dal BPA sui radicali liberi: dopo aver esposto spermatozoi a dosi tossiche di Bpa, gli studiosi hanno sperimentato un trattamento con l’estratto di rucola a concentrazioni crescenti. Nello studio, pubblicato sulla rivista ‘Reproductive Toxicology’, i ricercatori sottolineano come l’estratto di rucola  “si è dimostrato capace di contrastare già a bassissimi dosaggi gli effetti tossici del Bpa sulle cellule spermatiche, proprio attraverso l’azione antiossidante”. “L ’estratto di rucola – aggiungono gli autori – può rappresentare un vero e proprio presidio nutraceutico per il trattamento dell’infertilità maschile o nella preparazione degli spermatozoi durante le tecniche di procreazione medicalmente assistita: stiamo definendo i quantitativi e le percentuali specifiche“.

I video di Skuola.net