News Ricerca

Ricerca, dalla Ue 540 milioni per 222 progetti. L’Italia è sesta

Una pioggia di milioni, ben 540, per finanziare la ricerca in Europa. Questa la cifra stanziata dal Consiglio Europeo per la ricerca (Erc ) destinata a finanziare 222 progetti, dalle energie rinnovabili a come proteggere l’orologio biologico.

A guidare la classifica dei paesi con il più alto numero di progetti finanziati, ci sono Regno Unito (47, lo stato più finanziato, paradossalmente nei giorni in cui si decide sulla Brexit ), Germania (32), Francia (31), poi seguono Olanda (23), Svizzera (18) e l’Italia (14), sesta, ma in avanzamento di due posizioni rispetto al 2018.

Secondo quanto riportato dall’agenzia Ansa, per il Consiglio europeo della Ricerca i finanziamenti permetteranno di creare 2000 nuovi posti di lavoro fra ricercatori, dottorandi e altri membri dei gruppi di ricerca.

Quest’anno i ricercatori premiati sono di 29 nazionalità e svolgeranno i loro studi nelle università e centri di ricerca di 20 paesi. Leggermente più alta, rispetto all’anno scorso (17%), la quota delle ricercatrici donne (19%) premiate.

A livello di nazionalità la Gran Bretagna è sempre prima con 37 ricercatori, seguita da Germania (33), Olanda (24), Italia (23,  compresi i i ricercatori italiani che lavorano all’estero) e Francia (20).

Il presidente dell’Erc, Jean-Pierre Bourguignon, rileva come con questo bando «altri 222 ricercatori di tutta Europa saranno in una posizione eccellente per fare scoperte e grandi progressi scientifici. Se il budget fosse stato più alto si sarebbero potute sostenere più idee brillanti. Spero che per il prossimo programma quadro europeo di ricerca, Horizon Europe, ciò sia possibile, perché c’è ancora molto da fare».

I video di Skuola.net