News

Biciclette obiettivo dei ladri, ecco come difendersi dai furti

Uscire da casa o dall’ ufficio pronti per salire in sella alla propria bicicletta e… scoprire di essere rimasti a piedi. E, a quel punto, rimuginare per non averla legata bene o non aver comprato la catena adatta.
Il furto di biciclette è più frequente di quanto si creda e, obiettivo dei ladri, non sono solo le bici da corsa o quelle costose, ma anche le due ruote da città, persino arrugginite o un po’ datate. Esistono però una serie di buone pratiche che rendono più difficile il lavoro dei malviventi:
1) Denunciare: andare a sporgere denuncia può sembrare una perdita di tempo, ma – oltre ad essere un dovere civile – è l’unico strumento che permette di rientrare in possesso della bicicletta nel caso in cui quest’ultima venga ritrovata.
La polizia locale del comune di milano, ad esempio, ha una pagina fb su cui pubblica le immagini delle bici rubate e ritrovate: per rientrarne in possesso, però, serve proprio la denuncia del furto, oltre a una foto della bicicletta.

2) Investire in un buon lucchetto: risparmiare sulla catena non è una buona idea. Per essere sicuro, un lucchetto deve costare almeno una cinquantina di euro: per tagliare una catena di questo costo, ci vogliono in media 50 secondi. Per rompere un lucchetto da 20 o 30 euro, bastano invece meno di dieci secondi.

3) Legare bene la bici: mettere la catena solo intorno alla ruota o girarla intorno alla sella non basta. E’ indispensabile che il lucchetto giri intorno al telaio e ad un palo o una rastrelliera.
Il cortile condominiale non è un posto immune ai furti. I ladri si introducono con facilità anche negli spazi condivisi; per questo è utile comprare una catena in più da lasciare sulla rastrelliera.
Per legare una bicicletta nel modo corretto serve almeno un minuto: se si impiega meno tempo, la due ruote non è al sicuro. E’ utile utilizzare più dispositivi di sicurezza contemporaneamente: il lucchetto ad U può essere associato ad una catena snodabile o ad un cavo con occhielli.

4) Essere ‘altruisti’: nel caso di un’uscita in bici con gli amici, è buona pratica legare insieme due o più biciclette, costringendo in questo modo il ladro a dover aprire più biciclette invece di una sola.
Dedicare tempo, impegno e denaro per legare al meglio la propria bicicletta è un investimento: spendere qualche minuto per assicurare la due ruote a pedali con un lucchetto sicuro è l’unico strumento che permetterà di non restare a piedi.

I video di Skuola.net